Pane e tufo, l'audio-intervista all'artista di Matera Franco Di Pede

Pane e tufo_audi-intervista all'artista di Matera Franco Di Pede
La poetica, la scelta dei soggetti e l'interpretazione del reale di un artista sono la diretta emanazione del contesto culturale e paesaggistico in cui si è cresciuti. E' il caso esemplare dello scultore, pittore, fotografo e designer Franco Di Pede che, omaggiando gli amati Sassi di Matera e la propria storia famigliare, nel 2001 scolpisce "Pane e tufo": il pane quotidiano della sua infanzia.

Il nonno paterno di Franco Di Pede, dopo una breve storia di emigrazione negli Stati Uniti, torna a Matera e investe quanto guadagnato all'estero per acquistare tre forni al quartiere "Le Malve" , un antico rione nei Sassi, popolato allora in gran parte da contadini. Non solo pane per la stirpe Di Pede ma anche tufo. Il nonno, infatti, diventa proprietario anche di tre cave di tufo poste lungo la strada che da Matera porta a Taranto.


Pane e tufo_audi-intervista all'artista di Matera Franco Di Pede
Pane di tufo di Franco Di Pede, 2001

La storia del singolo è sempre anche la Storia del popolo. Il pane e il tufo, infatti, sono i due elementi caratterizzanti la presenza dell'uomo nell'antichissima Matera. «E' nel tufo che ha avuto origine, si è sedimentata ed è stata effigiata la storia sociale, civile e culturale della città di Matera - racconta Di Pede nella sua introduzione all'opera "Pane e tufo" - mentre il pane ha rappresentato per secoli la principale fonte di sostentamento per i contadini e le loro famiglie, garantendone in molti casi la sopravvivenza».

Pane e tufo_audi-intervista all'artista di Matera Franco Di Pede
Chicchi di tufo di Franco Di Pede, 2001

Per Di Pede ricordare il pane e il tufo significa omaggiare il nonno ma anche tutta la moltitudine di donne e uomini che hanno costruito la cultura e la storia di Matera. Quest'opera è «un viaggio a ritroso fino alle origini della civiltà contadina materana», conclude l'artista.

Ascolta l'audio-intervista "Pane e tufo" dell'artista Franco Di Pede



Franco Di Pede, nasce a Matera nel 1937. Nel 1956 si diploma al Liceo Artistico di Napoli, successivamente, frequenta l'Accademia di Belle Arti e la facoltà di Architettura nella città partenopea. Dal '57 comincia la sua carriera come insegnante e, contemporaneamente, frequenta assiduamente le sue passioni: architettura, pittura, scultura, fotografia, arredamento, design e storia locale. Obiettivo principale di Di Pede è il recupero e la conservazione dei rioni materani dei Sassi, dove, da sempre in qualità d'animatore culturale, organizza workshop e mostre sia personali che collettive. Attualmente dirige lo Studio Arti Visive, luogo privilegiato per la formazione sulla lavorazione artistica del tufo.

Pane e tufo_audi-intervista all'artista di Matera Franco Di Pede
Franco Di Pede

Post più popolari