Asparagi per la Pasquetta di Basilicata

 proprietà e storia deglli asparagi
Pasquetta con gli asparagi

Il pranzo di Pasqua e Pasquetta in Basilicata ha un protagonista verde e turgido: l'asparago. Per sentirsi pienamente nella Resurrezione di corpo e anima, infatti, sulle tavole lucane tre alimenti fondamentali non devono mancare: i dolci a base di grano, le uova e le loro molteplici rielaborazioni culinarie e i gustosissimi asparagi. Se nel menu pasquale, gli asparagi compaiono come coprotagonisti del luculliano pranzo, in quello della Pasquetta svolgono un ruolo indiscusso di prima donna. La tradizione lucana vuole che il lunedì di Pasquetta, da trascorrere rigorosamente all'aperto e in piena campagna, tutti contribuiscano al pranzo cercando fra i rovi l'ingrediente fondamentale: gli asparagi, con i quali fare la famosa frittata che apre il pranzo del giorno. Sarà la stagione, sarà l'abbondanza di quest'ortaggio nelle valli lucane o, forse, la sua proprietà di prevenire i sintomi della classica sbornia di Pasquetta... fatto sta che in Basilicata non è Pasquetta senza la frittata con gli asparagi!


 proprietà e storia deglli asparagi
frittata di asparagi

La tradizione dell'asparago in Basilicata è diventata anche un evento green collettivo nel suggestivo borgo di Satriano di Lucania, dove si svolge la Sagra dell'Asparago Lucano, tappa gastronomica ed escursionistica ormai alla quarta edizione segnalata anche dalla prestigiosa Lonely Planet, la guida dei viaggiatori indipendenti più famosa al Mondo.

La leggenda degli asparagi dalla letteratura alla pittura

L'asparago, liliacea erbacea originaria dell'Asia, con molta probabilità arrivato dalla Mesopotania, deve il suo nome alle sue presunte proprietà afrodisiache, soprattutto per quel che riguarda la virilità sessuale. Si crede, infatti, che derivi da una radice persiana la quale, tramite l'adozione dei Greci, diventa asparaghos ovvero "pieno di linfa", trasformato poi nel latino spargo che significa "essere turgido". E poiché similia similibus curentur (i simili si curano coi simili), secondo la medicina simpatica dell'antichità, "La turgidità cui fa riferimento l’etimo greco- come spiega anche l'antropologo Marco Miosi- rimanderebbe alla forma fallica del turione dell’asparago. Per questo motivo, probabilmente già a partire dai primi medici-curatori mesopotamici, passando per i romani (Plinio il Vecchio) e giungendo fino al Rinascimento (Durante), i germogli verdi dell’Asparagus venivano prescritti quale potente afrodisiaco". Non solo Plinio, ma anche Apicio descrivono  metodo di produzione e preparazione culinaria, tanto che non c'era banchetto imperiale senza piatti a base di asparagi. La Scuola Medica Salernitana arrivò a decretare che "Augmentat sparagus sperma”, incrementando la fama dell'ortaggio per le sue proprietà amorose.
Non solo nell'antichità gli asparagi erano cibo da re, ma anche la Versailles di Luigi XIV ne era ghiotta, senza contare l'ossessione di Napoleone III per le cene a base di asparagi prima degli incontri galanti. La Francia sembra avere proprio un culto per questo "fallico" ortaggio, per Proust e  Manet è quasi un soggeto estetico, tant'è che il banchiere e collezionista Charles Ephrussi commissiona  al grande pittore una natura morta che abbia come protagonista un mazzo di asparagi.  Quando Manet riceve il compenso di Ephrussi, stupito per la somma ricevuta, dipinge una tela con un unico asparago e lo manda al collezionista, scrivendogli "Ne mancava uno al vostro mazzo".


 proprietà e storia deglli asparagi
L'asparago, Edouard Manet


Le proprietà degli asparagi: un dono naturale contro l'invecchiamento, la depressione e il diabete
Come tutti sanno, quando si mangiano asparagi l'urina assume un odore ancora più intenso, questo effetto è dovuto alla presenza di un aminoacido (asparagina o acido aspartico) che conferisce il tipico odore al liquido secreto. Bisogna considerare l'odore come un potente indicatore dell'efficienza renale, infatti se il sistema renale funziona correttamente, l’odore si sente nell’orinazione immediatamente successiva all’ingestione degli asparagi (dopo 10-15 minuti), se ciò non accade conviene farsi un piccolo controllo. Gli asparagi non hanno solo una funzione diuretica e depurativa, le loro virtù sono tante. Eccone alcune:
  • Rafforzano la parete dei vasi sanguigni;
  • Prevengono malformazioni del feto e combattono la sindrome dell’ovaio policistico grazie a un ricco contenuto di acido folico;
  • Aiutano contro la stitichezza tanto da essere definiti la "scopa dell'intestino", per il buon livello di fibra alimentare;
  • Offrono un valido aiuto contro l'invecchiamento fisico e neurologico, in quanto sono molto ricchi di antiossidanti e di vitamina B9, quest'ultima necessaria alla produzione e al rinnovamento cellulare;
  • Sono un ottimo sostegno per inibire la proliferazione delle cellule tumorali, poiché contrastano i radicali liberi e le sostanze cancerogene;
  • Le loro radici sono un toccasana per i malati di cuore poiché aiutano ad eliminare l'acqua che ristagna nei tessuti per una carenza circolatoria;
  • Costituiscono un farmaco naturale ed efficace contro la cellulite, poiché aiutano a eliminare la ritenzione idrica;
  • Prevengono e combattono la cistite;
  • Sono ottimi regolatori del glucosio e quindi costituiscono un valido supporto per i diabetici;
  • Aiutano a regolare la pressione sanguigna, limitando gli sbalzi di pressione;
  • Hanno funzione antidepressiva, proprio dovuta alla loro azione disintossicante e diuretica.

Uno squisito modo per gustarli al meglio, potrebbe essere un bel pesto agli asparagi per condire gli spaghetti. Ecco la semplice e veloce ricetta:

ingredienti per 4 persone:
20 asparagi abbastanza grandi
4 cucchiai di pinoli o di noci
4 mazzetti di prezzemolo
due spicchi grandi di aglio
pepe
olio evo
sale

Rosola gli asparagi con l'aglio schiacciato.
Appena gli asparagi si sono ammorbiditi, togli l'aglio e frullali con tutti gli altri ingredienti. Se non dovesse essere abbastanza cremoso, aggiungi un po' d'acqua per ottenere la consistenza desiderata.
Mescola il pesto agli spaghetti cotti e... Buona Pasquetta di salute e "turgidità"!


 proprietà e storia deglli asparagi
Mazzo di asparagi, Édouard Manet


Post più popolari